La pagina Google Plus di BigliettiEventi.info

BIGLIETTI PATTI SMITH

Vuoi essere sempre informato sulle date di Patti Smith? Iscriviti al nostro Alert Eventi e riceverai via email le nuove date appena annunciate!


Non hai trovato quello che cercavi? Cerca nel nostro Chiedi&Rispondi

Chiedi&Rispondi Ŕ il nuovo servizio di Bigliettieventi.info che ti consente di trovare le risposte alle tue domande sulle date e i biglietti dei prossimi eventi in Italia.

Hai una domanda sulle prossime date o sui biglietti per questo evento? Trova la risposta su Chiedi&Rispondi di Bigliettieventi.info

Concerti Patti Smith in programma

Non ci sono date in programma per questo evento. Di seguito le date passate:

IMARTS FESTIVAL

Martedý 27 Luglio 2010 Piazza Martiri - Carpi

WE SHELL LIVE AGAIN

Mercoledý 28 Luglio 2010 Ippodromo Le Capannelle - Roma

WE SHELL LIVE AGAIN

Giovedý 29 Luglio 2010 Cittadella Del Carnevale - Viareggio

WE SHELL LIVE AGAIN

Sabato 31 Luglio 2010 Villa Conti - Civitanova Marche

WE SHALL LIVE AGAIN

Domenica 1 Agosto 2010 Piazza San Marco - Venezia

WE SHALL LIVE AGAIN

Lunedý 2 Agosto 2010 Anfiteatro Camerini - Piazzola Sul Brenta

WE SHEEL LIVE AGAIN

Martedý 3 Agosto 2010 Diga Nazario Sauro - Grado

WE SHALL LIVE AGAIN

Mercoledý 4 Agosto 2010 Villa Fenaroli - Rezzato

WE SHEEL LIVE AGAIN

Giovedý 5 Agosto 2010 Teatro Delle Rocce - Gavorrano

WE SHALL LIVE AGAIN

Martedý 14 Settembre 2010 Officine Fs - Bolzano

TOUR 2012

Mercoledý 18 Luglio 2012 Banchina San Domenico - Molfetta

TOUR 2012

Venerdý 20 Luglio 2012 Auditorium Parco Della Musica - Roma

TOUR 2012

Lunedý 23 Luglio 2012 Villa Arconati - Bollate

TOUR 2012

Martedý 24 Luglio 2012 Arena Santa Giuliana - Perugia

PATTI SMITH - OMAGGIO A GINSBERG

Sabato 13 Aprile 2013 Auditorium Parco Della Musica - Roma

PATTI SMITH AND HER BAND HORSES

Domenica 14 Aprile 2013 Auditorium Parco Della Musica - Roma

TOUR 2013

Giovedý 25 Luglio 2013 Carroponte Spazio Mil - Sesto San Giovanni

TOUR 2013

Venerdý 26 Luglio 2013 Piazza Duomo - Prato

TOUR 2013

Sabato 27 Luglio 2013 Teatro Verde - Venezia

TOUR 2013

Mercoledý 31 Luglio 2013 Teatro Antico - Taormina

TOUR 2013

Giovedý 1 Agosto 2013 Teatro Di Verdura - Palermo

TOUR 2014

Lunedý 1 Dicembre 2014 Teatro Creberg Bergamo - Bergamo

TOUR 2014

Martedý 2 Dicembre 2014 Teatro Regio - Parma

TOUR 2014

Venerdý 5 Dicembre 2014 Teatro Giovanni Da Udine - Udine

TOUR 2015

Domenica 14 Giugno 2015 Citta' Dell'altra Economia Al Campo Boario Testaccio - Roma

TOUR 2015

Venerdý 19 Giugno 2015 Teatro Romano - Verona

TOUR 2015

Lunedý 27 Luglio 2015 Parco Certosa Reale - Collegno

PATTI SMITH

La storia del rock non è fatta solo di uomini duri, belli e dannati o ragazzi cupi e disagiati. No! Il rock conta tra i suoi discepoli anche grandi donne,poche ma buone, che hanno saputo fare la differenza e lasciare un segno. Il 30 dicembre 1946, a Chicago, nasceva Patricia Lee Smith, meglio nota al mondo e alle galassie vicine come Patti Smith.

L’approccio con la musica, da parte di Patti Smith, avviene in modo trasversale: attraverso i reading di poesie accompagnati da chitarra (Lenny Kayne) . Successivamente compie la strada tradizionale, incidendo dei singoli con etichette indipendenti. Ma in comune con la carriera musicale tradizionale Patti Smith ha solo questo,perché il suo percorso artistico sarà scandito dalla passione e dall’impegno politico e sociale.

Lei stessa ha dichiarato diverse volte di non sentirsi una politica, ma che usasse la musica con lo scopo di comunicare qualcosa; consapevole di aver vissuto nel periodo di rivoluzione culturale più significativo di questo secolo e per questo sentire la voglia di raccontarlo.

Patti Smith nel tempi si è guadagnata il soprannome di “sacerdotessa maudit” del rock. Maudit è un termine che fa riferimento ai poeti maledetti della Francia del ‘800, quegli artisti incompresi dalla società e che sulla società stessa riversavano stili di vita provocatori e asociali. Nel rock anni ’60 questi poeti maledetti erano Jim Morrison, Janis Joplin e Bob Dylan. Proprio quest’ ultimo sarà fonte di grande ispirazione per Patti e tra le conoscenze che più influenzeranno la sua vita, sia privata che artistica. I due si conoscono al termine del concerto all’Other End, nei camerini. Bob Dylan chiede se ci sono in giro dei poeti da quelle parti e Patti gli risponde in modo provocatorio che la poesia fa schifo. Il giorno seguente, sulla copertina del “Village Voice”, i due vengono immortalati mentre si abbracciano.

Voler far parte di una scena musicale così provocatoria e alternativa comporta un inizio di carriera più difficile e marginale del solito. Nel 1967 arriva nel New Jersey e ha poco più di 20 anni, è già ragazza madre e scrive poesie. Dorme in metropolitana, sulle scale dei grandi edifici o sulle panchine nei parchi e vive con 5 $ al giorno. Fa è piccoli lavori saltuari come commessa in un negozio di libri, critica musicale e drammaturga. Riesce lentamente ad entrare a far parte dell’ elite culturale newyorkese, quella composta da Andy Warhol, Lou Reed e lo stesso Bob Dylan. Nel 1969, a New York, Patti fa la sua prima apparizione in pubblico recitando un ruolo maschile in “ Femme Fatale”. La sua vita sentimentale è in linea con la rivoluzione sessuale di quegli anni: ha un menage à trois con Allen Lainer, per il quale scrive i testi di “Blue oyster cult”, e Tom Verlaine dei Television. Questa relazione sarà cantata nel brano “ We three” del 1979.

Nei locali undergrund di New York patti diventa sempre più famosa, insieme ai futuri colleghi Talking Heads, Ramones, Blondie. Il primo singolo della sacerdotessa è “ Hey Joe/ Piss factory”, che giunge all’orecchio di Lou Reed che la mette in contatto con Clive Davis, presidente dell’ Arista; che diverrà la sua storia label.

HORSES (1975) : Alla metà degli anni ’70 nasceva il punk  e venne pubblicato il primo album di Patti Smith sotto la regia di John Cale. Questo disco porta un’innovazione nel mondo del rock: una combinazione tra recitazione  free from e musica.  Il singolo di apertura è “ Gloria”, cover dei Them di Van Morrison. Seguono “ Redondo beach” su un ritmo reggae e “ Birdland”. Il testo di quest’ultima canzone è tratto da un racconto di Peter Reich, improvvisato in studio di registrazione. “Birdland” racconta la storia di un bambino che vede in un’astronave il padre, deceduto da tempo, e gli chiede di portarlo con lui; ma non può e così resta sdraiato sull’erba. Per questo malinconico brano solo voce, la chitarra si fa da parte per un attimo. “ Kimberly” è una ballad new wave che vede la collaborazione dei Velvet underground. Di tutti i lavori di Patti Smith, “ Horses” è il meno elettrico, ma ha di certo dei meriti notevoli in fatti di innovazione musicale.

Jack Kerouac, Allen Ginsberg, William Burroughs sono i riferimenti letterari a cui attinge Patti Smith, ma il suo secondo disco lo dedica al “ primo poeta punk “ , Arthur Rimbaud.

RADIO ETHIOPIA (1976) : L’ Etiopia viene scelta perché seconda patria del poeta francese. In “Radio Ethiopia” gli stili musicali della Smith riescono ad amalgamarsi alla perfezione, anche in ogni singolo brano si sente il punk che trova la sua dimensione insieme alla ( scritta insieme a Bruce Springsteen ) . Ma in “ Easter “ non c’è solo questa canzone, il disco contiene tracce altrettanto valide come : “ Till victory “ , rock classico e  “ Space monkey “ e la più impetuosa “Rock ‘ n ‘ roll nigger“ . Il disco viene prodotto da Jimmy Jovine , lo stesso di Springsteen e Tom Petty .

WAVE (1979) : Album  leggermente inferiore rispetto ai suoi predecessori, ma che ha al suo interno canzoni come : “ Dancing barefoot “ ( di cui gli U2 faranno una canzone cover ) e “ Frederick “ , struggente ballad dedicata al marito Fred “ Sonic “ Smith , che morirà poco tempo dopo. Da includere tra i brano rilevanti di questo disco c’è “ So you want to be ( a rock ‘ n ‘ roll star )” cover dei Byrds. In fase di produzione l’album vede la partecipazione del cantautore Todd Rundgren.

DREAM OF LIFE (1988) : Con  “ Path that cross “ Patti Smith prova a ripercorrere il successo dei precedenti album ,ma si rende conto che alla lunga non si può sempre presentare lo stesso sound.

GONE AGAIN (1996) : Altro tentativo poco riuscito che si salva con la ballad “ My madrigal “ .

PEACE AND NOISE (1997) : In questi anni ’90 , di Patti Smith il pubblico e la critica hanno apprezzato la sua capacità interpretativa e le performance dal vivo. Questo disco , però , lascia perplessi e non per le ballad al pianoforte , ma per i testi. Le liriche sono scialbe e senza la verve dei primi album.

GUNG HO (2000) : Patti Smith è una donna piena di passione e i flop dei lavori precedenti non la scalfiscono , così esce nel 2000 “Gung Ho“ , espressione cinese che indica la voglia di continuare a combattere con entusiasmo. Ho, però, è anche un omaggio a Ho Chi Minh. Sulla copertina, invece, Patti Smith sceglie di mettere la foto del padre con l’uniforme della seconda guerra mondiale. A questo album , alla chitarra , oltre allo storico e fedele Lanny Kayne , compare l’ex di Patti , Tom Verlaine. I brani più incisivi sono: “One voice“, dedicata a Madre Teresa , “China bird“ e “Glitter in their eyes“, duettata con Michael Stipe.

LAND (1975 - 2002): E’ arrivato il momento anche per la sacerdotessa di chiamare a raccolta tutti i suoi successi e vederli pubblicati insieme in uno solo album. Ci sono proprio tutte : da “ Gloria “ a “Ghost dance“ , da “ Pissing in a river “ a “ Dancing barefoot “ , da “ Ask the angels “ a  “ Because the night “ , per finire con i recenti “People have the power“ , “1959“  e “Glitter in their eyes“. Tutto questo chiuso dalla cover della canzone di Prince , “When doves cry“.

TRAMPIN (2004) : Alla soglia dei 60 anni Patti Smith non vuole abbandonare la scena musicale. Consapevole di aver dato un forte contributo alla sua epoca, decide che ha ancora qualcosa da dire e lo fa con questo album, pubblicato con una nuova etichetta, la Sony/Columbia. Ad accompagnarla in questo nuovo lavoro una line up di qualità: dal sempre fedele Lanny Kayne, passando a Joy Dee Daugherty – batteria - , fino a Tony Shanahan – basso e tastiere – e Oliver Ray – tastiere - . Compare il duetto con la figlia Jesse Paris Smith , che con la madre canta la title track “ Trampin “. Il resto del cd sono ballad folk che cercano di riportare in auge il rock anni ‘ 60.

Tra tanti alti e bassi arriva il momento del riconoscimento ufficiale alla carriera di questa icona del rock. Il 12 marzo del 2007 Patti Smith entra nella rock and roll hall of fame e festeggia l’ingresso nell’olimpo dei rockers con l’uscita, il mese successivo , di un album di sole cover.

TWELVE (2007): 12 tra i più leggendari brani rock interpretati dalla Sacerdotessa: Jimi Hendrix, Nirvana, Rolling Stones, Jefferson Airplane, Bob Dylan, Neil Young e Stevie Wonder; all’appello non manca proprio nessumo.

THE CORAL SEA (2008) : Nel 2008 Patti Smith riveste in panni originari di lettrice dei propri versi. “The coral sea“ è un omaggio al defunto amico Robert Mapplethorpe. Nel 2005 questo lavoro era  stato musicato con il supporto di Kevin Shield dei Bloody Valentine. Doppio cd live che venne registrato alla performance alla Queen Elizabeth Hall di Londra. Nel 2012 la Sacerdotessa approda a San Remo per duettare con i Marlene Kuntz la canzone in concorso “ Canzone per un figlio “ e le reinterpretazioni di “Impressioni di settembre “ dei PFM  e “ Because the night “ .

BANGA (2012) : Questo è un album di dediche per omaggiare tutte le persone che Patti Smith ha conosciuto o che l’hanno semplicemente ispirata. “ Amerigo “ è dedicata a Vespucci e alle sue scoperte, “ Fuji – san ) è per la popolazione giapponese colpita dallo tsunami . “ This is the girl “ è per Amy Winehouse,  “ Maria “ è un altro requiem ma viene dedicato a Maria Schneider, protagonista di “Ultimo tango a Parigi“. Si conclude con “ After the gold rush “ di  e con Neil Young. Rispetto ai recenti e precedenti album , “Banga “ ritrova quell’ orecchiabilità e quella qualità al tempo stesso, tipiche della Smith. Un ritrovato legame col sound passato , reso possibile dalla costante presenza di Lanny Kayne e Tom Verlaine. Patti Smith conferma e ci conferma che ha ancora molto da dire, riuscendo a spodestare anche le nuove reclute della musica che poste accanto a lei si eclissano , lasciandoci ancora una volta meravigliati e rapiti dalla voce della Sacerdotessa.

a cura di Alessandra Pompa

Commenti degli utenti alla pagina:

Non ci sono commenti per questa pagina.

SCRIVI UN COMMENTO >>

ALERT EVENTI


Vuoi essere sempre informato sulle date di Patti Smith? Iscriviti al nostro Alert Eventi e riceverai via email le nuove date appena annunciate!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti e ricevi per primo le ultime novitÓ su concerti, teatro e sport in Italia!

CHIEDI&RISPONDI

Chiedi&Rispondi
Chiedi&Rispondi Ŕ il nuovo servizio di domande e risposte di Bigliettieventi.info
Provalo subito inviando una domanda

TOP 10 EVENTI

#EVENTODEL
1 Roma - Genoa, Roma 28-05-2017
2 Juventus - Torino, Torino 07-05-2017
3 Juventus - Crotone, Torino 21-05-2017
4 Roma - Lazio, Roma 30-04-2017
5 Milan - Roma, Milano 07-05-2017
6 Lazio - Inter, Roma 21-05-2017
7 Roma - Juventus, Roma 14-05-2017
8 Crotone - Milan, Crotone 30-04-2017
9 Bologna - Juventus, Bologna 28-05-2017
10 Chievo - Roma, Verona 21-05-2017

RSS FEEDS

Abbonati ai feed rss di Bigliettieventi.info per essere sempre aggiornato sulle ultime novitÓ su concerti, spettacoli teatrali ed eventi sportivi in Italia.

Blog Feed Blog Eventi

Blog Feed Ultime date in Italia

Blog Feed Eventi in Italia in tempo reale (new!)

Sul sito BigliettiEventi.info puoi confrontare i prezzi dei maggiori rivenditori di biglietti in Italia e acquistarli comodamente da casa.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti degli eventi in Italia presenti on-line, e pubblica i link per acquistarli sui siti sicuri.

Per maggiori informazioni sulle offerte e i contenuti che puoi trovare su Bigliettieventi.info puoi consultare il nostro Disclaimer

biglietti concerti rock
biglietti concerti italia
biglietti concerti



Mappa del sito